Non solo COVID

Disclaimer: questo articolo non vuole sostituire il parere di un medico e non verranno citate tutte le malattie sessualmente trasmissibili, si consiglia il parere di un medico sull'argomento.


Oggi sentiamo quasi esclusivamente parlare di COVID, ma dobbiamo ricordare che esistono purtroppo migliaia di altre patologie da tenere sotto controllo, e viste le tematiche del blog, parleremo delle malattie sessualmente trasmissibili. C’è ancora molta ignoranza al riguardo, in quanto argomenti come HIV o gonorrea rimangono un tabù anche per le persone più disinibite. La nostra società soprattutto a cavallo degli anni ’80 ha dato un’accezione particolarmente negativa a queste patologie e ancora oggi molti patiscono di questo comportamento. Per proteggersi dalle Malattie Sessualmente Trasmissibili (qui di seguito MST) bisogna usare il preservativo, questo concetto può sembrare ridondante, ma non è per nulla scontato. Proprio a tal proposito ci focalizzeremo sulle cose da fare in caso non si sia utilizzato il preservativo, oppure ci siano dei dubbi di avere contratto un’infezione. Partendo dalla famigerata HIV, tramite il proprio medico curante o presso le strutture sanitarie di rifermento, si può accedere ad un esame specifico, i risultati del quale potranno essere comunicati ESCLUSIVAMENTE al diretto interessato, per legge infatti non sono ammesse deleghe per il ritiro. Esistono anche dei test rapidi acquistabili su online per circa 30 euro per eseguire un primo screening in autonomia, ma la scelta di un esame specialistico è sicuramente più apprezzabile. Ricordiamo che l’HIV ha un tempo di latenza molto lungo, fino a 20 anni! Dopo tale periodo si manifesterà l’AIDS. Un’altra MST molto pericolosa di cui si sente decisamente meno parlare è l’epatite C, anche questa malattia è estremamente pericolosa in quanto chi la contrae può non manifestare sintomi per molti anni e quindi non sapere che si è infetti, trasmettendo il virus ad altre persone inconsapevolmente, come per l’HIV esistono sia dei test acquistabili online oppure preferibili test specifici da laboratorio. L’Herpes, soprattutto quella genitale (HSV-2) è tra le poche patologie che anche con l’utilizzo costante del preservativo può essere trasmessa, infatti lo stesso, non coprendo interamente i genitali, potrebbe lasciare scoperte aree interessate dal virus che a contatto con la pelle del partner potrebbero dare origine al contagio, questo virus aumenta anche il rischio di contrarre l’HIV, come per i due virus precedentemente menzionati esistono dei test specifici da laboratorio. Un'altra malattia di cui si sente poco parlare è la clamidia, essa è dovuta invece delle altre a dei batteri, questa come le summenzionate, se non trattata può portare a una malattia con sintomi gravi nel 25-40% dei casi, anche per essa sono disponibili dei test clinici. Insomma, oltre ad usare il preservativo sempre, costantemente e correttamente, bisogna prendere sia delle precauzioni, sia preservare la propria salute tramite screening. Potersi “divertire” una sola volta, potrebbe costarci caro, molto caro, sia a noi che al nostro partner e inconsapevolmente pure ai nostri futuri figli.



Alla prossima

fonti:

https://www.fondazionefegato.it/epatite-c/

https://www.epicentro.iss.it/herpes-genitale/

https://www.infomedics.it/therapeutic-areas/hiv-aids/sintomi.html

https://ondaosservatorio.it/focus/ginecologia/malattie-sessualmente-trasmissibili/




#malattiesessualmentetrasmissibili #mst #HIV #AIDS #epatite #HSV #herpes #clamidia

13 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti